erba.jpg

registrati su gas.it

Sondaggio gas.it

Nuovo decreto FGAS, cosa nei sai?
 

Login

Se sei gia' registrato accedi con il tuo Nome Utente e la tua password.
Altrimenti REGISTRATI:

Le ultime dal forum

nuova dichiarazione di conformità

download allegato H

download allegato I

Ultimi utenti registrati

Chi è online

No

Statistiche Gas.it


Visite oggi48
Visite ieri311
Visite del mese5934
Totale visite9840221
Statistiche dal01/09/2004
Home Tutte le news SICUREZZA IMPIANTI POST-CONTATORE Delibera 40/04, statistiche anno termico 2011/2012

 

La Delibera 40/04 all'art 11 indica che il distributore deve inviare all'AEEG entro il 31 dicembre i dati relativi agli accertamenti documentali effettuati nell'anno termico.

Ecco il responso:

Sono ancora molti gli accertamenti dove viene richiesta un'integrazione in quanto gli allegati tecnici non sono completi, successivamente Vi proporremo una statistica sugli errori che più frequentemente vengono commessi dagli installatori, augurandoci che siano mancanze nella compilazione della documentazione e non nella realizzazione dell'impianto, conseguentemente la formazione dell'installatore risulta essere sempre più importante e necessaria.


A partire dall’1 ottobre 2005 ed entro il 31 dicembre di ogni anno, il distributore comunica all’Autorità per ogni impianto di distribuzione gestito e per le richieste di attivazione pervenute nell’anno termico precedente a quello in cui avviene la comunicazione: a) il numero di impianti di utenza sui quali ha effettuato più di un accertamento, distinguendo per stato e per tipologia di impianto di utenza; b) il numero di accertamenti effettuati con esito positivo, distinguendo per stato e per tipologia di impianto di utenza; c) il numero di accertamenti effettuati con esito negativo, distinguendo per stato e per tipologia di impianto di utenza; d) il numero di impianti di utenza per i quali gli sia stato impedito l’accertamento per mancato invio della documentazione richiesta, distinguendo per stato e per tipologia di impianto di utenza; e) il numero di impianti di utenza ai quali ha sospeso la fornitura di gas in attuazione del presente regolamento; f) i Comuni ai quali sono stati erogati i contributi di cui al comma 14.1 e per ciascuno di essi; (i) il numero degli impianti di utenza verificati, distinguendo per stato e per tipologia di impianto di utenza; (ii) il numero delle verifiche con esito difforme da quello dell’accertamento effettuato sullo stesso impianto di utenza da parte del distributore; g) il numero delle richieste di attivazione della fornitura di gas agli impianti di utenza soggetti al presente regolamento, distinti per stato e tipologia di impianto di utenza.