bolle.jpg

registrati su gas.it

Sondaggio gas.it

Nuovo decreto FGAS, cosa nei sai?
 

Login

Se sei gia' registrato accedi con il tuo Nome Utente e la tua password.
Altrimenti REGISTRATI:

Le ultime dal forum

nuova dichiarazione di conformità

download allegato H

download allegato I

Ultimi utenti registrati

Chi è online

No

Statistiche Gas.it


Visite oggi48
Visite ieri311
Visite del mese5934
Totale visite9840221
Statistiche dal01/09/2004
Home Tutte le news NORMATIVA E LEGGI Detrazione 55%, Scaldacqua a pompa di calore

 

Dal 2012 è possibile usufruire delle detrazioni fiscali del 55% anche per la sostituzione di
scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore dedicati alla produzione di a.c.s.. In
assenza di specifici requisiti di legge ma consultato in proposito il Ministero dello Sviluppo
Economivco, è opinione dell’Enea che la detrazione sia operante nel caso di un COP > 2,6
misurato secondo la norma EN 16147 (come disposto al punto 3c dell’Allegato 2 del D. Lgs.
28/2011). Il rispetto di tale requisito dovrà risultare dalla documentazione necessaria prevista che resta inalterata.

NOTE UTILI ALLA TRASMISSIONE DELLA DOCUMENTAZIONE ALL’ENEA
Una volta collegati al sito di invio, le fasi propedeutiche alla trasmissione della richiesta consistono
in:
• registrazione dell’utente (da eseguirsi una sola volta, anche nel caso in cui si
trasmettano più richieste). In questa fase, occorre compilare il modulo di registrazione
con i propri dati e fornire indirizzo e-mail e password necessari alla fase successiva;
• autenticazione (inserendo indirizzo e-mail e password precedentemente forniti);
Le fasi per la trasmissione della richiesta consistono in:
• identificazione del beneficiario della detrazione;
• identificazione dell’immobile oggetto di intervento;
• identificazione dell’attività di riqualificazione energetica svolta, dalla quale
discendono in automatico gli allegati che è necessario compilare (in questo caso
specifico, l’allegato E);
• verifica della dichiarazione;
• invio e stampa della dichiarazione.
L’originale del documento invece deve essere firmato (e eventualmente timbrato dal tecnico e
controfirmato dal richiedente), per i riscontri in sede fiscale.