cielo.jpg

registrati su gas.it

Sondaggio gas.it

Nuovo decreto FGAS, cosa nei sai?
 

Login

Se sei gia' registrato accedi con il tuo Nome Utente e la tua password.
Altrimenti REGISTRATI:

Le ultime dal forum

nuova dichiarazione di conformità

download allegato H

download allegato I

Ultimi utenti registrati

Chi è online

No

Statistiche Gas.it


Visite oggi9
Visite ieri307
Visite del mese3289
Totale visite9883488
Statistiche dal01/09/2004
Home Tutte le news NORMATIVA E LEGGI Nuovo regolamento gas fluororati ad effetto serra

Il 9 gennaio 2019 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il D.P.R. n. 146 del 16 novembre 2018, che recepisce il Regolamento (UE) 517/2014 sui gas fluorati ad effetto serra. Il nuovo regolamento abroga il Regolamento UE 842/2006 e il precedente D.P.R n.43 del 27/01/2012, entrato in vigore il 24 gennaio.

Quali sono novità?

Per la categoria degli installatori e manutentori che operano nel settore Fgas il nuovo decreto introduce alcune importanti novità che possono essere sintetizzate come segue:

  • Ridefinisce nuovamente quali sono le Persone fisiche e le imprese soggette all’obbligo di certificazione e iscrizione al Registro telematico nazionale;

 

 

  • Istituisce la Banca dati gas fluorurati a effetto serra e apparecchiature contenenti gas fluorurati;
  • Conferma le funzioni del Registro telematico nazionale delle persone e delle imprese certificate, e introduce la cancellazione automatica dal Registro Telematico Nazionale (in gestione alle camere di commercio competenti) di tutte le persone fisiche le imprese che non conseguiranno la certificazione entro 8 mesi dalla data di iscrizione al medesimo.

Quali sono le Persone fisiche soggette all’obbligo di certificazione e iscrizione al Registro telematico nazionale?

Sono soggette ad obbligo di certificazione le persone fisiche che intendono svolgere le attività di cui alle seguenti lettere:

a) attività su celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero (novità), apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore fisse, e nello specifico per:

  • controllo delle perdite dalle apparecchiature contenenti gas fluorurati a effetto serra in quantità pari superiori a 5 tonnellate di CO 2 equivalente a meno che le apparecchiature siano ermeticamente sigillate, etichettate come tali e contenenti gas fluorurati a effetto serra in quantità inferiori a 10 tonnellate di CO 2 equivalente;
  • recupero di gas fluorurati a effetto serra;
  • installazione;
  • riparazione, manutenzione o assistenza (novità);
  • smantellamento (novità).

b) attività su apparecchiature di protezione antincendio che contengono gas fluorurati a effetto serra e nello specifico per:

  • controllo delle perdite dalle apparecchiature contenenti gas fluorurati a effetto serra in quantità pari superiori a 5 tonnellate di CO 2 equivalente a meno che le apparecchiature siano ermeticamente sigillate, etichettate come tali e contenenti gas fluorurati a effetto serra in quantità inferiori a 10 tonnellate di CO 2 equivalente;
  • recupero di gas fluorurati a effetto serra;
  • installazione;
  • riparazione, manutenzione o assistenza (novità);
  • smantellamento (novità).

c) attività su commutatori elettrici contenenti gas fluorurati a effetto serra e nello specifico per:

  • installazione;
  • riparazione, manutenzione o assistenza (novità);
  • smantellamento (novità).
  • recupero;

d) recupero di solventi a base di gas fluorurati a effetto serra dalle apparecchiature fisse che li contengono

I certificati rilasciati alle persone fisiche e alle imprese in base ai regolamenti precedentemente in vigore restano validi sino alla loro naturale scadenza per le sole attività per cui sono stati rilasciati e si intendono conformi al Reg. 2067/15, che sostituisce il vecchio 303/08. È possibile estenderne la validità attraverso la richiesta all’ente di certificazione che rilascia apposita certificazione integrativa, previa verifica dell’esistenza dei requisiti di idoneità per operare su celle frigorifere di autocarri e rimorchi frigorifero.

 

La Banca dati gas fluorurati a effetto serra e apparecchiature contenenti gas fluorurati

Nell’ottica di una maggiore tracciabilità degli Fgas in commercio e degli impianti che lo contengono il D.P.R. n. 146/2018 instituisce la nuova Banca dati gas fluorurati a effetto serra e apparecchiature contenenti gas fluorurati.

Le Imprese e le persone fisiche certificate, dall’ottavo mese dall’ entrata in vigore del nuovo DPR, e entro e non 30gg dall’installazione di nuove apparecchiature contenenti f-gas dovranno trasmettere per via telematica alla Banca Dati le informazioni inerenti operatore, installazione, apparecchiature e gas in essa contenuto.

Saranno soggetti ai medesimi adempimenti anche le persone ed le imprese certificate, che svolgeranno attività di ricerca perdite, manutenzione, riparazione nonché smantellamento di apparecchiature già installate e per ogni successivo intervento sulle stesse.